Aggressione fascista a Garbatella

Questa notte verso le 4 e mezza, tre ragazzi sono stati aggrediti mentre tornavano a casa a poche centinaia di metri dal centro sociale La Strada dopo un iniziativa a sostegno di Radio Onda Rossa.
I vili aggressori come sempre hanno colpito alle spalle, con bottiglie di vetro, bastoni e coltelli.
I tre giovani fortunatamente sono stati dimessi dall’ospedale con alcuni giorni di prognosi, punti in testa e ferite da taglio a gambe e braccia.
Non sappiamo se questi esseri vigliacchi appartengano a una o all’altra fazione della destra romana, ma sappiamo per certo che chi si aggira di notte, travisato, coltello alla mano per aggredire chi esce da un centro sociale e’ una merda fascista.
E non avra’ spazio nei nostri quartieri.

In questi giorni di campagna elettorale chiediamo a tutta la citta’ di mantenere gli occhi ben aperti per difendere i diritti e le liberta’ della roma democratica che non si vuole piegare al l’intolleranza e alla paura del diverso, predicati da tanti politici e poi agiti di notte da questi loschi scagnozzi.
Come ogni giorno continuiamo a stare nelle strade con chi lotta per diritti e dignita’ e come sempre non lasceremo nessuno spazio alla violenza fascista senza paura.

Csoa La Strada
Action Diritti

Appuntamento centro sociale La Strada, via F. Passino 24 ore 16 per
volantinaggio nel quartiere.

—————————————————————

Omniroma-GARBATELLA, LA STRADA: «TRE 25ENNI AGGREDITI CON COLTELLI E BASTONI» (OMNIROMA) Roma, 06 feb – Un’aggressione sarebbe avvenuta questa notte ai danni di tre giovani frequentatori del centro sociale La Strada alla Garbatella. A denunciarlo sono gli stessi attivisti del centro sociale. «Abbiamo chiuso il centro sociale alle 4, dopo una serata musicale in favore di Radio Onda Rossa – ha detto un’attivista del centro – intorno alle 4.30 tre nostri compagni 25enni si sono incamminati per via Passino. Ad un certo punto sono sbucati fuori alcune persone con cappucci e cappelli armati di bottiglie, coltelli e bastoni che hanno colpito i tre ragazzi alla testa e alle cosce. È stata chiamata un’ambulanza che li ha portati al Cto dove tutti e tre sono stati curati con alcuni punti di sutura. Stamattina sono stati dimessi. Oggi pomeriggio alle 16 faremo un volantinaggio alle 16 per denunciare l’accaduto»

—————————————————————

Garbatella, giovani di un centro sociale accoltellati da banda di incappucciati

ROMA (6 febbraio) – Un’aggressione a colpi di coltelli e bottigliate ai danni di tre ragazzi che uscivano dal centro sociale La Strada, nel quartiere Garbatella a Roma. È quanto accaduto intorno alle cinque del mattino, secondo quanto riferito dai militanti del centro sociale, uno dei più attivi della sinistra antagonista nella Capitale. Le vittime, ricoverate nell’ospedale Cto, sarebbero già state dimesse per la lieve entità delle ferite subite.

Gli aggressori, secondo gli attivisti del centro sociale, sarebbero stati quattro ragazzi incappucciati, che si sono dileguati. «Un’aggressione fascista», l’hanno definita al centro sociale, un altro episodio di violenza a neanche 24 ore dagli attacchi incendiari ai gazebo del Pdl, in piena campagna elettorale per le regionali del Lazio.

Le vittime, tre ragazzi tra i 20 e i 30 anni, avevano partecipato ad un concerto organizzata in uno dei centri sociali più attivi della sinistra antagonista a Roma. Intorno alle 5 tornavano a casa, quando, raccontano alcuni amici e attivisti del centro sociale, «in piazza Sauli sono stati aggrediti alle spalle e senza spiegazioni da un gruppo quattro ragazzi incappucciati».

«La matrice politica del gesto è evidente», sostengono i militanti del centro sociale che nel pomeriggio hanno distribuito nelle strade del quartiere volantini informativi che titolavano: «Aggressione fascista a Garbatella».

Una dura condanna del gesto è venuta dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, dal presidente della Provincia Nicola Zingaretti.

«L’aggressione – ha detto Gabriele, militante del centro sociale – è avvenuta intorno alle 5 mentre i tre ragazzi stavano raggiungendo le macchine per tornare a casa, dopo una serata-concerto nel nostro centro sociale. A piazza Sauli sono stati raggiunti da un gruppo di altri quattro ragazzi incappucciati e armati di coltelli e bottiglie che li hanno colpiti e feriti all’improvviso senza dare spiegazioni».

Secondo l’attivista del centro sociale «la matrice politica del gesto è evidente. Gli aggressori hanno seguito le vittime all’uscita dal centro sociale e certo non volevano colpire loro, che non sono neanche della zona».

Fonte: Il Messaggero, 6 febbraio 2010

—————————————————————

“Aggrediti con coltelli e bastoni”
Tre giovani aggrediti a Garbatella

L’aggressione all’alba mentre i tre uscivano dal centro sociale La Strada. Sono stati sorpresi alle spalle, secondo quanto dicono, da quattro persone: tre con il volto coperto e uno con un cappuccio. Alemanno: “Un fatto grave. La politica abbassi i toni”
Se la sono cavata con qualche punto di sutura alla testa, alle gambe e a un braccio, i tre giovani di circa 25 anni aggrediti a Roma mentre all’alba di questa mattina uscivano dal centro sociale La Strada, in zona Garbatella. Lo hanno riferito gli amici delle stesse vittime.

Uno dei tre giovani, il più grave dimesso dall’ospedale con 15 giorni di prognosi, ha una ferita alla testa, colpita con una bottiglia durante l’aggressione, e due ferite da taglio: una alla gamba e l’altra a un braccio, dovute probabilmente a due coltellate.

Un altro giovane è stato ferito solo alla testa mentre un altro è stato ferito con un’arma da taglio a entrambe le gambe e colpito allo stomaco da un calcio. Secondo quanto riferito dagli amici dei tre giovani, gli aggressori sarebbero stati in tutto quattro persone, tre con il volto coperto dalla visiera di un cappello e uno con un cappuccio e avrebbero sorpreso le vittime alle spalle.

Il sindaco Gianni Alemanno: “Si tratta di un fatto assolutamente grave e mi auguro che gli inquirenti facciano immediatamente chiarezza. Se sarà confermata la matrice politica sarà il secondo atto pesante dopo i gazebo del Pdl incendiati”.

Il primo cittadino, a margine della sfilata organizzata per l’apertura del carnevale romano, ha lanciato un appello a smorzare i toni. “Bisogna stare molto attenti, – ha detto Alemanno – alla vigilia della campagna elettorale, per evitare di innescare una spirale di odio e di violenza fra le parti politiche. Per questo mi appello a tutti i partiti e a tutti i candidati perchè facciano grande attenzione ad evitare toni troppo accesi che possano essere un innesco per violenze e tensioni”.

Fonte: La Repubblica Roma, 06 febbraio 2010

Posted: febbraio 7th, 2010
at 9:14 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: Antifascismo

Comments: No comments