Archive for the ‘Geopolitica’ Category

Hacked By XwoLfTn

Hacked By XwoLfTn – Tunisian Hacker

NoTAP Presentazione opuscolo “Dall’altra parte”

La sera del 30 agosto a Morcone (BN) durante il Campeggio NoTriv, sotto una pioggia interminabile e fuori stagione, alcunx compagnx salentinx ci hanno parlato del progetto TAP (Trans-Adriatic Pipeline), una joint-veinture di svariate multinazionali dell’energia che prevede la costruzione di un gasdotto che collega Azerbaigian e Italia, passando per Georgia,Turchia, Grecia e Albania1.

A riguardo hanno scritto un opuscolo chiamato “Dall’altra parte” che hanno presentato durante la serata.

Di seguito gli audio degli interventi

La costruzione del TAP dovrebbe iniziare nel 2015 e in Italia nel 2016 per cominciare a funzionare nel 2019. In questi giorni a livello istituzionale si sta discutendo riguardo il punto di “approdo” del gasdotto che dovrebbe essere a San Foca (Melendugno, Lecce) o nel brindisino (il luogo prescelto si saprà intorno al 20 settembre).

Il TAP è l’ennesima grande opera decisa a tavolino dalle altissime sfere del potere europeo, una di quelle definite di “interesse strategico” per il gran capitale. La questione, per come la pongono i/le compagne salentinx, non è tanto creare un nuovo movimento locale e popolare contro il TAP, con l’intento di evitare l’ennesimo scempio ambientale che in ogni caso sarebbe trasferito qualche Km più in là da San Foca, quanto mettere in discussione lo stesso modello di sviluppo e consumo energetico che porta con sè queste grandi opere.

Sotto alcune parti del dibattito che è seguito alla presentazione

1Per non far confusione il TAP è la parte del gasdotto che non è stata ancora costruita, che riguarda Grecia, Albania,Italia, mentre il tratto Azerbaigian/Georgia/Turchia già esiste e si chiama TANAP (Trans-Anatolian gas pipeline)

Bergamo per la Palestina

Sabato 9 agosto, nella città alta di Bergamo, si è organizzato un evento in solidarietà con il popolo gazawi, dopo la fine della “tregua” di 72 ore e la ripresa dei bombardamenti di venerdi 8.

Verso le 22.00 si è proiettato StripLife, progetto collaborativo e indipendente prodotto dal collettivo TeleImmagini, un film che racconta un giorno nella striscia di Gaza attraverso le storie di diversi personaggi. Un racconto corale e intimo su cosa significa vivere in questa striscia di terra accerchiata durante quella che i media ufficiali chiamano “tregua” ma che è realmente una continua offensiva di bassa intensità verso un popolo che cerca di barcamenarsi per sopravvivere in una realtà surreale.

Dopo la proiezione ci sono stati due collegamenti per aggiornare la situazione a Gaza. Sono intervenutx Meri Calvelli e Sami Abu Omar, cooperante italiana la prima, palestinese il secondo, che si organizzano dal Centro Italiano di Scambio Culturale Italia Palestina Vik. Purtroppo l’audio di Sami non era recuperabile, però di seguito ci sono gli interventi di Meri.

AGGIORNAMENTI SU GAZA (9 agosto 2014)

PERCHÈ HAMAS NON ACCETTA LE CONDIZIONI DI ISRAELE

Per maggiori INFO in Italiano: http://nena-news.it/

(Español) Sexto Encuentro de los pueblos en Resistencia – S.Maria Zaniza, Sierra Sur del estado de Oaxaca

Articulo y foto: Nomads/La Pirata

Enlace al FOTO REPORTAJE desde S.Maria Zaniza

El fin de semana 5 y 6 de abril 2014, en el pueblo de Santa Maria Zaniza, districto de Vega, Sierra Sur del estado de Oaxaca, se realizo’ el Sexto Encuentro de los Pueblos en Resistencia convocado por las organizaciones: OIDHO (Organizacion India por los Derechos Humanos en Oaxaca), CODEDI (Comite’ por la Defensa de los Derechos indigenas), CAMA (Colectivo Autonomo Magonista), la AMZ (Alianza Magonista Zapatista),  UCIO-EZ (Union Campesina Indigena de Oaxaca “Emiliano Zapata”),  asi’ como para las autoridades comunales y municipales de S.Maria Zaniza y de otros pueblos vecinos.

Este encuentro es el sexto organizado en un ano en aquellas zonas de Oaxaca donde viven comunidades indigenas amenazadas para mega proyectos minerarios exctractivos depredadores, y que estan en pié de lucha resistendo al despojo de sus tierras y territorios.

Mas de 200 personas participaron en este Sexto Encuentro que tenia el objectivo de informar y reflexionar con la comunidad de S.Maria Zaniza acerca de su lucha  por la defensa del territorio, del medio ambiente, de la salud y sobre su derecho a oponerse al proyecto de nueva exploracion en los yacimientos de hierro ubicados a las orillas de las tierras comunales de este pueblo.

En los dos dias del encuentro se discutio’ en diferentes mesas de trabajo y en asembleas plenarias, analizando los siguientes ejes: megaproyectos, tierra y territorio, organizacion, lucha y resistencia.

En la tarde se organizaron proyecciones de video-documentales y obras de teatro que fueron hierramienta de comunicacion para informar sobre los danos que causa una mina a cielo abierto y, finalmente, no faltaron momentos de  fiesta con musica y bailes tradicionales. Read the rest of this entry »

Gelo diplomatico tra Cina e Stati Uniti

Steven Stanek, The National, Emirati Arabi Uniti

La vendita di armi a Taiwan ha creato nuove tensioni tra Washington e Pechino. Sospesi i colloqui su Iran e Corea del Nord. E a metà febbraio Obama riceve il Dalai Lama

La dura reazione di Pechino all’annuncio che un’azienda statunitense venderà armi a Taiwan ha suscitato il timore di ripercussioni sulle relazioni bilaterali tra i due paesi.
Incluse le discussioni sulle sanzioni all’Iran e i negoziati sul nucleare nordcoreano.
Il 29 gennaio, alla notizia dell’accordo di 6,4 miliardi di dollari, Pechino ha annunciato la sospensione della cooperazione militare con gli Stati Uniti e il congelamento dei negoziati sulla sicurezza. Il ministero degli esteri cinese ha fatto sapere che “la Cina imporrà sanzioni commerciali alle aziende americane che venderanno armi a Taiwan”.
Read the rest of this entry »

Posted: febbraio 8th, 2010
at 4:18 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: Geopolitica

Comments: No comments


Il fattore israeliano nell’aggravarsi della crisi iraniana

Un confronto militare fra l’Occidente e l’Iran causerebbe grave distruzione a entrambe le parti, ma soprattutto sarebbe catastrofico per i paesi arabi – scrive l’analista Sobhi Ghandour

by Sobhi Ghandour

La questione iraniana è di nuovo al centro dell’attenzione internazionale a causa della controversia fra i paesi occidentali e Teheran riguardo all’arricchimento dell’uranio iraniano e alla possibilità di un suo trasferimento all’estero.

Queste trattative sono affiancate dalle indiscrezioni sui preparativi militari per un possibile attacco all’Iran e per contrastare le possibili risposte iraniane su più fronti.
Read the rest of this entry »

Posted: febbraio 8th, 2010
at 10:45 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: Geopolitica

Comments: No comments


Berlusconi e il bluff delle sanzioni in Iran: affari a gonfie vele

di U. De Giovannangeli

Evoca sanzioni più dure contro l’Hitler di Teheran. Promette un impegno nell’attuarle da vero Amico d’Israele. Manda avanti un imbarazzato Scaroni per dire che l’Eni non stipulerà nuovi contratti ma si «limiterà» solo a rispettare quelli in corso. Storia di un «grande bluff». Mattatore il Cavaliere-Zelig. «Spalla» sul palcoscenico internazionale: il ministro degli Esteri Frattini. Perfettamente calato nella parte, il Cavaliere-Zelig tuona contro il regime militar-teocratico al potere in Iran, ma dietro le quinte gli affari proseguono. Copiosi. Dice: l’Italia farà la sua parte nell’applicare eventuali nuove sanzioni contro Teheran. Vedremo. Nel frattempo diamo un occhiata a quel che scrive un quotidiano non certo imputabile di ostilità pregiudiziale verso il governo: il Sole24ore . I dati riguardano il 2009 e indicano che l’Italia resta il primo partner commerciale dell’Iran. Dell’Iran di Mahmoud Ahmadinejad.
Read the rest of this entry »

Posted: febbraio 8th, 2010
at 10:31 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: Geopolitica

Comments: No comments