Archive for the ‘lotta anticarceraria’ Category

Audio su Fernando e Abraham

Di seguito pubblichiamo due AUDIO doppiati in Italiano, in cui una compagna ci parla dei casi di Fernando Barcenas Castillo e di Abraham Cortez Avila, due compagni detenuti nel Reclusorio Norte di Città del Messico dal 2013.

Intervista sul caso di Fernando Barcenas Castillo, compagno detenuto il 13 dicembre 2013, dopo una marcia contro l’aumento del metro di Città del Messico. È stato sentenziato a 5 anni e 9 mesi, accusato di aver dato fuoco all’albero di natale della Coca Cola. Da quando è stato arrestato non si è mai abbattuto anzi ha continuato a lottare dall’interno del carcere, scrivendo lettere, facendo denunce, impegnandosi alla pubblicazione dell’a-periodico “El Canero”, oltre ad aver appoggiato e facilitato altri prigionieri.

Intervista sul caso di Abraham Cortez Avila, arrestato il 2 ottobre 2013 e ultimamente sentenziato a 5 anni e 9 mesi di prigione. L’Audio ci racconta del suo caso specifico, il lavoro di diffusione che (assieme a Fernando Barcenas) porta avanti dal Reclusorio Norte, ma anche sulla criminalizzazione del movimento sociale e sui montaggi giuridici contro gli anarchici.

 

Per scrivere ai due compagni si può mandare una mail agli indirizzi: cna.mex@gmail.com, libertadparaabrahamyfernado@gmail.com

Per avere informazioni in lingua spagnola si possono consultare i seguenti link: www.proyectoambulante.org, www.regeneracionradio.org o www.abajolosmuros.org

Audios sobre Fernando y Abraham

En seguida publicamos dos audios, en donde una compañera nos habla acerca de los casos de Fernando Barcenas Castillo y de Abraham Cortez Avila, dos compañeros detenidos en el Reclusorio Norte de la Ciudad de Mexico, desde el 2013. Entrevista sobre el caso de Fernando Barcenas Castillo, compañero detenido el 13 diciembre 2013, despues de una marcha en contra del alza de la tarifa del metro de Ciudad de Mexico. Ha sido sentenciado a 5 años y 9 meses, acusado de quemar el albor de navidad de Coca Cola. Desde su detencion no ha claudicado, si no seguido en piè de lucha, escribiendo cartas, denuncias, trabajando a la publicacion del a-periodico Canero y apoyando y acompañando otros compas presos.

Entrevista sobre el caso de Abraham Cortez Avila, detenido el 2 octubre 2013 y ultimamente sentenciado a 5 años y 9 meses de prision. El Audio va sobre su caso especifico, el trabajo de concientización y difusiòn que (junto con Fernando Barcenas) lleva desde dentro del Reclusorio Norte pero tambien sobre la criminalizacion de los movimientos sociales y los montajes juridicos en contra de los anarquistas.

Pueden encontrar mas informacion en las paginas de: www.proyectoambulante.org, www.regeneracionradio.org o www.abajolosmuros.org Para enviar cartas pueden escribir a los correos: cna.mex@gmail.com, libertadparaabrahamyfernado@gmail.com

Posted: maggio 16th, 2015
at 10:58 by prox

Tagged with , , , ,


Categories: Anarchismo,Audio,lotta anticarceraria,Messico

Comments: No comments


Nuova sentenza per Abraham Cortés: cade l’accusa di tentato omicidio.

Tradotto da CRUZ NEGRA ANARQUISTA MEXICO

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto la notizia che al compagno Abraham Cortés è stata data una nuova sentenza per il giudizio che affronta dal 2 ottobre 2013. Ricordiamo che Abraham è l’unica persona che continua ad essere prigioniero per i fatti di quella giornata. Abraham affrontava un’accusa di omicidio, con la supposizione di aver lanciato delle molotov verso gli schieramenti dei poliziotti antisommossa. Oltra ad un’altra accusa per attacco alla pace pubblica in gruppo. Per queste accuse il compagno era stato sentenziato a 13 anni e 4 mesi di carcere; ma nei giorni scorsi arriva una nuova sentenza, in seguito al ricorso portato avanti. La nuova sentenza del compagno è di 5 anni e 9 mesi per il reato di attacco alla pace pubblica in gruppo, venendo meno l’accusa di tentato omicidio. Non c’è dubbio che si tratta di una buona notizia, però questo non significa che riconosciamo (nella sentenza) un’azione di giustizia del sistema giuridico-carcerario messicano. Sappiamo perfettamente che questo sistema non ci darà mai giustizia e se adesso mollano un poco la presa non dimentichiamo che il compagno continua ad essere prigioniero e intanto che lui ed altre migliaia di persone che attualmente popolano le prigioni continuano ad essere dietro queste mura, continueremo a combattere… ¡Per la libertà di tuttx! ¡Giù le mura delle prigioni! Cruz Negra Anarquista México

Posted: aprile 10th, 2015
at 11:26 by prox

Tagged with ,


Categories: Anarchismo,lotta anticarceraria,Messico,presxs politicxs,repressione

Comments: No comments


Liberx Presxs 5E

TRADOTTO DA CRUZ NEGRA ANARQUISTA MEXICO

Dopo essere statx assoltx dall’accusa federale per il delitto di Danni da Incendio il 27 febbraio 2015 e dopo aver pagato una cauzione per la sentenza (locale) di 2 anni e 7 mesi per i delitti di Attacco alla Pace Pubblica e Danni, finalmente le compagne Amelie Trudeau e Fallon Roullier, così come il compagno Carlos Lopez “Chivo” sono statx scarceratx lo scorso 13 marzo.

Essendo di nazionalità canadese, le compagne Amelie e Fallon furono trasferite direttamente in una stazione dell’Istituto Nazionale di Migrazione, una prigione per coloro che non hanno i documenti necessari per passare le frontiere imposte per Stati e Capitale. Un carcere in cui passano le loro giornate centinaia di persone nell’attesa che si risolva la loro situazione per il fatto di non avere un foglio. Una carcere come tutte le carceri, dove imperano i maltrattamenti, le umiliazioni, l’ammontonamento, la insalubrità, etc. Lì hanno passato vari giorni. Viste le condizioni del posto: visite ristrette e scarsa informazione, la situazione delle compagne è stata poco chiara, fino al giorno 23 marzo quando sono state deportate al luogo di origine.

Anche se sono passati vari giorni da quando le compagnx sono uscitx dalla prigione, crediamo sia importante diffondere questa informazione per aggiornare sulla situazione dei nostrx compagnx prigionierx. Il fatto di essere statx assoltx da una delle accusa, più che parlarci di innocenza e colpevolezza, ci indica che lo Stato ha costruito male il suo teatro repressivo e che per questo ha finito per cascare, come successe per le accuse di Terrorismo che affrontarono i primi 40 giorni dell’arresto nei quali furono reclusx nel Centro Nazional de Arraigos.

Pensiamo che è probabile che lo Stato affini la sua mira per il prossimo colpo repressivo e per questo invitiamo a realizzare un costante esercizio di riflessione sulle nostre pratiche di sicurezza ed allo stesso tempo a restare preparatx, perché siamo sicuri che la campagna anti-anarchica dello Stato messicano continuerà.

Ci riempie di allegria sapere che i nostrx compagnx siano nuovamente in strada!

Ciò nonostante ci mancano prigionierx!

Libertà a Fernando Bárcenas, Abraham Cortés e Luis Fernando Sotelo!

Abbasso le mura di tutte le prigioni!

Cruz Negra Anarquista México

 

 

Posted: marzo 26th, 2015
at 1:50 by prox

Tagged with , ,


Categories: Anarchismo,lotta anticarceraria,Messico

Comments: No comments


Messico: Risposta di Carlos López “Chivo” alla Izquierda Revolucionaria Internacionalista (Sinistra Rivoluzionaria Internazionalista) “Buenaventura Durruti”

Fonte: Cruz Negra Anarquista Mexico

NOTA: Questo è un testo del compagno Carlos in risposta a quello della IRI-BD: Amelie y Fallon, de la arrogancia imperialista a la miseria pequeñoburguesa.

3 Marzo.

Rispondo a titolo personale alla diffamante aggressione scritta realizzata contro le mie compagne di affinità Fallon e Amelie.

Tra le cose che caratterizzano l’internazionalismo c’è la lotta contro l’idea di nazione, di potere e autorità, mettendo in discussione la validità delle frontiere fisiche e mentali che i governi hanno costruito, per evitare la fraterna e libera convivenza tra le persone nate in punti geografici differenti.

Per questo, arrivare a dire che queste anarchiche siano venute in questa regione “a vivere una esperienza tra i popoli del terzo mondo dopo aver abbandonato le loro vite nella civilizzata Quebec”, mi fa pensare nel disprezzo che voi, sinistroidi internazionalisti, avete dimostrato verso persone straniere che hanno deciso di mettere in pratica la loro passione distruttrice contro lo Stato/Capitale, sia esso canadese, messicano, europeo o di qualsiasi parte.

Almeno noi non cerchiamo la distruzione parziale di un solo Stato – infatti presi separatamente sono solo i tentacoli del potere mondiale – e nemmeno di unire sforzi/capacità esclusivamente fra messicani o con “i rivoluzionari del terzo mondo”; al contrario lottare assieme a qualsiasi persona libera, che sia nata qua o in Cina.

Ma cosa ci si può aspettare da chi propugna appartenere alla “ala classista del movimento rivoluzionario messicano”, accusando di arroganza imperialista o piccolo borghese a coloro che optano per organizzarsi mediante affinità o per condividere momenti di sovversione con chi gli pare?

Certamente la affinità non è esclusiva degli anarchici/libertari, infatti essa può sorgere fra qualsiasi individualità o gruppo che si identifichi nella lotta per la liberazione totale, (lotta) in cui più che puntare a uno “stadio in cui nessuno venga più incarcerato”, si pretende distruggere ogni edificio carcerario fisico e mentale e qualsiasi istituzione autoritaria, con tutto quello che ciò implica; questo potrebbe sembrare utopico ma credo che sia meglio finirla con la tiepidezza delle belle parole e, lungi dall’idealizzare la realizzazione dell’utopia, continuare con la conflittualità quotidiana permanente del contesto sociale. Read the rest of this entry »

Posted: marzo 10th, 2015
at 6:23 by prox

Tagged with ,


Categories: Anarchismo,lotta anticarceraria,Messico

Comments: No comments


(ESP) Video su Fernando Barcenas

Fonte

Un video che racconta brevemente la situazione di Fernando Barcenas, detenuto nel Reclusorio Norte di Città del Messico dal dicembre 2013. Il passato 10 dicembre è stato condannato a 5 anni e 9 mesi di carcere e siamo in attesa del risultato dell’appello alla sentenza.

Per scrivere ad Abraham si può mandare una mail a: libertadparaabrahamyfernado@gmail.com oppure cna.mex@gmail.com

(ESP) Video su Abraham Cortés Ávila

Fonte

Video su Abraham Cortés Ávila, giovane artigiano e giocoliere di 23 anni originario di Tlaxiaco, nello stato di Oaxaca, che è stato arrestato il 2 ottobre 2013a Città del Messico durante la marcia commemorativa della mattanza di Tlatelolco del 1968.

Per scrivere ad Abraham si può mandare una mail a: libertadparaabrahamyfernado@gmail.com oppure cna.mex@gmail.com

Posted: febbraio 4th, 2015
at 9:26 by prox

Tagged with , ,


Categories: lotta anticarceraria,Messico,Video

Comments: No comments


Lettera di Fernando Barcenas in solidarietà agli anarchici.

Tradotto da Regeneracion Radio

La loro giustizia non sarà mai la nostra e per questo usciremo vittoriosi da un tribunale che di fronte l’acrazia libertaria, di fronte la vera giustizia sociale e l’anarchia si fa piccolissimo nella sua essenza e significato!

Ai fratelli e sorelle oppressx
Agli spiriti ribelli
Al popolo in generale

Prima di tutto, voglio dire che questa è la mia maniera di far presente la solidarietà a tuttx quei e quelle anarchichx che nonostante le tecniche repressive e controinsurgenti, hanno saputo restare convintx; fratelli, sorelle e compagnx le vostre vite sono un chiaro esempio di coerenza e intransigenza e una prova che la libertà promessa esiste sulla terra.

Molti potranno chiedersi chi sono gli/le anarchichx? Questi soldati solitari anonimi e refrattari della legge e dell’ordine imposto da qualsiasi autorità auto-proclamata, qualcunx potrà dire che “gli/le anarchichx sono vandali e delinquenti abituali”, altri potranno dire che gli anarchici sono degli sfaticati, gente che non vuole lavorare e moltx potranno dire che gli anarchici sono pazzi da legare.

Certamente non hanno idea dei veri propositi e dei significati dell’anarchia, esiste chi da per scontato che l’anarchia corrisponde al caos ma senza dubbio per chi conosciamo e abbiamo sperimentato le distinte espressioni dell’anarchia sappiamo che si tratta di un ordine naturale, non viziato dalle gerarchie, una fusione naturale delle energie sociali per il beneficio di tuttx.

Gli/le anarchichx vogliamo la uguaglianza, pero quella vera e non quella falsamente dichiarata dalle leggi e smentita brutalmente per la realtà dei fatti sociali. Rivendichiamo la libertà prima di ogni cosa, però non la libertà mutilata e irriconoscibile scritta sulla carta chiamata legge, non la libertà amministrata da banditi di qualsiasi codice più o meno plebiscitario – che sia democratico, repubblicano o socialista – bensì la libertà esercitata integralmente da qualsiasi individuo, fusione di tutte le attività e iniziative liberamente associate per una tendenza naturale.

Dico questo per difendere le posizioni e le idee libertarie e rifiutare la diffamazione che si esercita contro di esse; manifesto anche la mia solidarietà con la compagna Irene Pérez Villegas1, che ha manifestato essere oggetto di queste diffamazioni che attentano alla sua integrità e alla sua persona; va detto che queste pratiche sono state usate dalle autorità universitarie e governamentali.

Basta violenza istituzionalizzata
Basta provocazioni e repressione

Fernando Barcenas.

(A)

Lettera di Fernando a un anno dall’arresto

È già passato un anno da quando Fernando Barcenas è stato arrestato a Città del Messico, in seguito a una manifestazione contro l’aumento della tariffa della metropolitana (il costo aumentò repentinamente da 3 a 5 pesos messicani, in un paese dove ricordiamo che il salario minimo è fermo sui 60 pesos giornalieri, meno di 5 dollari, e dove la estensione dell’enorme città-mostro obbliga migliaia di persone a spostarsi da un lato all’altro continuamente).

Alla fine di quella marcia del 15 dicembre 2013 fu lanciata una molotov contro l’enorme albero di natale della Coca Cola che bruciò per la gioia generale, illuminando quella notte su due delle arterie principali della città, Reforma e Insurgentes.

In seguito vennero detenute tre persone tra cui Fernando, mentre le altre due vennero scarcerate in quanto minori d’età. Il passato 11 dicembre Fernando viene condannato a 5 anni e 9 mesi, con l’accusa di attacco alla pace pubblica e associazione a delinquere.

 Quella che segue è una lettera scritta da Fernando a un anno dalla detenzione.

 Tradotto da Cruz Negra Anarquista Mexico

 15 dicembre 2014
Agli spiriti liberi e ribelli
Agli/alle oppressx e marginatx
Alla gente in generale

Oggi ho compiuto ufficialmente un anno di carcere; il 10 dicembre 2014 sono stato condannato a cinque anni e nove mesi di carcere con l’accusa di attacchi alla pace pubblica e associazione a delinquere; queste accuse sono state argomentate con nient’altro che semplici supposizioni e senza prove reali che accertino la mia colpevolezza. Per quel che riguarda il reato di associazione a delinquere, l’unica cosa che sostiene l’accusa è che portavo con me materiale di protesta e rivendicazione anarchica, rendendo chiaro che questa è una criminalizzazione ideologica, che tende a diffamare e screditare le idee anarchiche e libertarie. Read the rest of this entry »

Mario Gonzales LIBERO!!!

Nelle prime ore del mattino del 31 ottobre Mario Gonzales Garcia è tornato in libertà dopo oltre un anno di sequestro da parte dello stato.

Ad occoglierlo all’uscita dalla Torre Medica di Tepepan la mamma Patrizia, la compagna Nuria, amici e compagnx solidalx che hanno aspettato la sua scarcerazione fra musica, saluti, slogan, impaziente attesa e calorosa complicità.

La sua è una assoluzione completa e questa è una grande vittoria, raggiunta grazie allo sforzo incredibile di alcunx persone, degli avvocati ma anche della mobilitazione e solidarietà di individualità, collettivi, organizzazioni a livello messicano e internazionale.

Un grande abbraccio a Mario che è rimasto forte e convinto durante questi lunghissimi tredici mesi, senza piegarsi all’arroganza del potere, anzi continuando a rivendicarsi come anarchico, pur sapendo che questo poteva ritorcesigli contro a livello giudiziario.

Ci vedremo per le strade!

 Qui un articolo in SPAGNOLO da SubVersiones 

Posted: novembre 1st, 2014
at 1:05 by prox

Tagged with , , , ,


Categories: Anarchismo,lotta anticarceraria,Messico,presxs politicxs

Comments: No comments


« Older Entries