Nuova imboscata contro i triquis di Copala: 3 morti e 2 feriti

Qualche ora fa il Municipio Autonomo di San Juan Copala ha emesso un comunicato stampa, facendo un resoconto dell’aggressione avvenuta ieri contro un convoglio degli autonomi che passava a raccogliere un gruppo di donne che sarebbero dovute partire con la carovana motorizzata al D.F. con l’obiettivo di denunciare la situazione di paramilitarizzazione nella regione, l’assedio contro il Municipio Autonomo e per esigere di far chiarezza sugli assassinii nella zona controllata dai paramilitari.

Dopo l’attentato gli autonomi hanno deciso sospendere la Carovana Motorizzata che sarebbe partita alla volta di Città del Messico. Questa è la terza carovana con obiettivi umanitari che viene bloccata dalle forze paramilitari e del governo, con la conseguente perpetuazione dell’assedio e della presenza paramilitare e governativa contro San Juan Copala.

Nella denuncia c’è anche un appello all’Altra Campagna, coalizione nazionale di sinistra indipendente della quale forma parte il Municipio Autonomo di San Juan Copala.

AI POPOLI DI OAXACA, MESSICO E DEL MONDO
ALLE ORGANIZZAZIONI DEI DIRITTI UMANI
ALLE ORGANIZZAZIONI SOCIALI
ALL’ALTRA CAMPAGNA
ALL’ESERCITO ZAPATISTA DI LIBERAZIONE NAZIONALE

Con dolore, con rabbia però con la dignità di sapere che si cammina con la verità e con la decisione del popolo che ci ordina di non stare più zitti, ci dirigiamo a voi per dirvi che di nuovo per il nostro suolo indio si cammina con la morte di uomini degni e giusti che sognavano un mondo migliore. Per fare reale questo sogno, affinche’ i nostri bambini e bambine possano avere un vita migliore, si massacra il popolo di San Juan Copala.

Denunciamo che nella giornata di ieri pomeriggio di nuovo il perverso potere, attraverso i suoi bravi, ha massacrato i nostri fratelli, questa volta TRE dei nostri compagni sono caduti MORTI e DUE FERITI per le pallottole che si comprano negli uffici del governo e vengono sparate dalle armi di sicari mal pagati. Sicari che per un pugno di monete hanno venduto la grandezza della loro storia perche sono criminali al servizio dei dirigenti.

Sono i gruppi paramilitari del MULT e UBISORT che hanno realizzato questa azione criminale. Appena tre giorni fa qualcuno scriveva, in risposta alla nostra denuncia, che era immorale occupare le prime pagine dei giornali nazionali con le morti dei nostri compagni. Oggi domandiamo di nuovo se è piu’ immorale denunciare o azzittirsi come se la vita dei nostri fratelli non valesse niente; o peggio ancora stare zitti per poi andare nei palazzi del governo per concordare che prezzo ha la vita di un indio e poi dare ai familiari una percentuale di quello che si è riusciti a negoziare; questa è la morale dei dirigenti del MULT, i quali oggi facciamo responsabili diretti insieme con l’UBISORT della morte dei nostri compagni; li facciamo anche responsabili di quello che possa succedere alle persone ferite in questa imboscata avvenuta a Hierbasanta, mentre si stavano spostando a San Juan Copala per portare le donne che partecipavano alla Carovana Motorizzata il giorno 23 agosto con destinazione Città del Messico.

Diciamo chiaramente che non staremo zitti e facciamo un appello a tutti i compagni delle lotte sociali in Messico e nel mondo che si solidarizzino con le comunità di San Juan Copala; ai compagni dell’Altra Campagna preghiamo di riflettere e di vedere dentro i loro cuori, potranno notare che noi non abbiamo nessun problema con nessuna comunità triqui, è la dirigenza meticcia del MULT la quale senza conoscere i nostri villaggi e la nostra cultura ha pervertito la lotta che per secoli San Juan Copala ha fatto a lato del popolo di Oaxaca, cercando una vita migliore; manca ancora che il popolo impegnato revisi la storia di ogni lavoro compiuto nella nostra regione e lì il popolo darà la ragione a chi lotta per la giustizia, la pace, la dignità.

I paramilitari imboscano nuovamente alla gente del villaggio di San Juan Copala e ammazzano a sangue freddo gli organizzatori della Carovana Motorizzata che aveva programmato il viaggio a Città del Messico per il 23 agosto; è per questo dolore che adesso sentiamo che abbiamo deciso di cancellare le azioni programmate per questa data e nuovamente preghiamo a tutti gli uomini e donne degni e solidari con la nostra causa e lotta che comprendano il nostro dolore e alzino la voce per esigere GIUSTIZIA, LIBERTA, RISPETTO ALL’AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI INDIGENI DI OAXACA.

MORTI:
ANTONIO RAMIREZ LOPEZ, 72 anni e leader morale del nostro municipio
ANTONIO CRUZ GARCIA, 39 anni entrambi di Santa Cruz Tilapa Copala
RIGOBERTO GONZALES, 40 anni di Agua Fria Copala

FERITI:
VICTOR DE JESUS GONZALES, 25 anni di Santa Cruz Tilapa Copala
ALFREDO MARTINEZ GONZALES, 28 anni di Agua Fria Copala.

22 Agosto 2010
MUNICIPIO AUTONOMO DI SAN JUAN COPALA

Fonte: Nodo Solidale, 22 Agosto 2010

Posted: August 23rd, 2010
at 3:05pm by ironriot

Tagged with , , , , , , , ,


Categories: America Latina

Comments: No comments