SINDACO GHELFI COMPLICE DI CASA POUND

OGGI COME IERI NESSUNO SPAZIO AI FASCISTI

Casa Pound, nota associazione neo-fascista ha occupato la settimana scorsa il centro sportivo comunale “La Madonnella”. Così facendo all’interno di Grottaferrata ha trovato casa un movimento le cui pratiche sono divenute evidenti dopo i fatti di Piazza Navona, che li hanno visti pestare gratuitamente decine di studenti liceali con spranghe e catene.

Non è la prima volta che questi figuri si aggirano per il territorio dei Castelli Romani: è di poco tempo fa il pestaggio per le vie di Frascati a tre ragazzi rei di avere un aspetto e un vestiario a loro “non gradito”. Mentre da mesi all’università di Tor Vergata si susseguono minacce ed intimidazioni da parte di Casa Pound Roma ai danni di studenti e studentesse.

Dietro la mascherata restituzione de “La Madonnela” al pubblico – come sostengono di voler fare questi poveretti – si nasconde la volontà di creare uno spazio nel quale diffondere e propagandare odio xenofobo, razzismo, sessismo, intolleranza e violenza per il diverso.
Uno spazio che diventerà una base per creare le nuove squadracce del futuro, la prossima gioventù fascista dei Castelli, mentre qualcuno si arricchirà alle loro spalle.

Dietro la loro apparente apartiticità, dietro la politica della tolleranza e dietro l’’ invito a metter da parte l’antifascismo ci sono solo VIOLENZA, DENARO, IGNORANZA E POLTRONE. Loro nel dubbio menano e continueranno a farlo, finché nessuno gli si opporrà e le istituzioni saranno complici.

E proprio questa complicità sembra si stia palesando in questi giorni attraverso il silenzio-assenzo del sindaco Ghelfi e della sua giunta.
In un momento così delicato il sindaco ha pensato bene di restare in vacanza, di non prendere nessuna posizione né provvedimento a riguardo. E’ chiaro allora che da parte dell’ amministrazione comunale c’è la volontà di intrecciare gli interessi economici con
questi neo-fascisti. E’ chiaro che trarranno profitto anche loro dalla speculazione che ne uscirà dal centro sportivo “La Madonnella”. Per questo probabilmente le istituzioni non hanno ancora mosso un dito, né fatto una dichiarazione contro questa occupazione,
perché al momento sono loro complici!

Non accetteremo in nessun modo che “La Madonnella” venga sottratta a Grottaferrata per essere gestita da un gruppo di neo-fascisti interessati solo a trarne denaro.
Il nostro impegno continuerà determinato fino a che il centro sportivo non sarà liberato da questa spazzatura !!

ASSEMBLEA ANTIFASCISTA CASTELLI ROMANI

(12 luglio 2009)

Posted: July 12th, 2009
at 10:12am by ironriot

Tagged with , ,


Categories: Antifascismo

Comments: No comments