VITE IN ATTESA. Storie di ordinaria migrazione

CONTRIBUISCI ALLA PRODUZIONE DEL FILM


Vite in attesa è un film documentario che affronta la realtà delle migrazioni contemporanee nel Mediterraneo. Partendo dal territorio della provincia di Trapani, in Sicilia, si è scelto di raccontare il passaggio da terra di emigrazione a terra di immigrazione che sta coinvolgendo l’intero sud Europa.
Il perdurare della crisi economica, l’intensificarsi degli arrivi di migranti dall’Africa e l’inasprimento delle leggi sull’immigrazione sono i principali fattori che stanno contribuendo al lento processo di trasformazione di questo territorio.

Fino a non molto tempo fa i migranti passavano semplicemente da Trapani con l’intenzione di proseguire il viaggio verso il Nord oggi, invece, la maggior parte di quelli che arrivano in città decidono di restare. Difronte all’incertezza di un nuovo viaggio molti scelgono di costruire il loro futuro qui. Nel Sud abbandonato dai giovani siciliani la presenza degli immigrati rappresenta una chance di ripresa economia e culturale.

Restano da raccontare una quotidianità di sacrifici e ristrettezze, i problemi nell’apprendimento della lingua, l’integrazione con il luogo, il sogno di una vita migliore, le difficoltà burocratiche per i permessi di soggiorno, il lavoro in nero, le case dormitorio, l’incubo del reato di clandestinità che incombe su tutti gli immigrati, regolari e non. Sono storie di ordinaria migrazione dimenticata o manipolata dal linguaggio dei media e che meritano di più per il semplice fatto che sono storie di uomini e donne che vivono qui con noi, adesso.

• L’essere clandestino in Italia oggi, i problemi derivanti dallo scadere del permesso di soggiorno, le difficoltà economiche di chi è regolare ma non riesce a trovare un lavoro dignitoso sono le storie dei primi tre episodi che hanno come protagonisti Mehrez, Nuwella e Jennifer.

• il quarto episodio ha come protagonista Turi un giovane siciliano che torna in città, dopo anni passati all’estero, per realizzare il suo sogno, creare un teatro.
• il quinto episodio, invece, rende omaggio alla memoria di un fatto che ha segnato pesantemente la storia dell’immigrazione in Italia. E’ dedicato al ricordo dei sei immigrati morti nel rogo del Serraino Vulpitta, il Cie di Trapani, avvenuto nel dicembre 1999.

LIVES ON HOLD
General Tales of Ordinary Migration

Lives On Hold is a documentary-film that confronts the reality of contemporary Mediterranean migration. Set in the Province of Trapani, in Sicily, the film recounts journeys taken from the land of emigration to that of immigration: Europe. The continuing economic crisis, the mounting numbers of immigrants arriving from Africa and stricter laws regarding immigration are all key elements that contribute to the slow process of change that this part of the world is now undergoing.
Until not long ago, migrants used to simply pass through Trapani with the intention of continuing their journey towards the North. Now, however, the majority of those that arrive in the city decide to remain. Confronted with the uncertainties of an onward journey, many choose to build their futures here. In the South, abandoned by young Sicilians, the presence of immigrants represents a chance for economic and cultural revival.
The film attempts to recount the daily sacrifices and scarcities that loom over all immigrants, both legal and illegal. It conveys the problems immigrants face learning the language, problems concerning integration, the dream of a better life, the bureaucracy of obtaining the right documents to remain, working off the books, shelters – the nightmare of being an illegal immigrant. They are tales of an ordinary migration that has been forgotten or manipulated by the media, tales that are valuable in so far as they tell the stories of young men and women who now live amongst us.
The film’s protagonist’s are five migrants, each of whom recount their life experiences.
• The first three stories concern the realities of being an illegal immigrant in Italy today, the problems that result from the expiration of one’s permission to stay and the economic difficulties of those who are legal immigrants but cannot find dignified work. Their protagonists are Mehrez, Nuwella and Jennifer.
• The fourth story concerns the story of Turi, a young Sicilian who returns to the city, after years spent abroad, in order to realise his dream of founding a theatre.
• The fifth story pays homage to the memory of an event that has profoundly marked the history of immigration in Italy. It is dedicated to the memory of six immigrants killed in the fire at Serraino Vulpitta, Trapani’s Immigrant Quarantine, which happened in December 1999.

Posted: January 3rd, 2011
at 9:09am by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: migranti,Video

Comments: No comments