Giustizia per “La Palabra del Agua” (Messico)

Nel settembre del 2010 il giudice di primo grado del Ramo Penal di Ometepec, Guerrero, ha condannato a tre anni di carcere Genaro Cruz Apóstol, Silverio Matías Domínguez e David Valtierra Arango, indigeni amuzgos appartenenti a Radio Ñomndaa per il delitto di privazione della libertà, dopo un processo durato più di 7 anni.

La condanna è basata su prove fragili e manipolate. Per esempio vari testimoni hanno affermato che durante il dibattimento il PM (Pubblico Ministero) ha scritto le loro dichiarazioni. Altri hanno affermato di non conoscere gli accusati. Il giudice inoltre ha ignorato che i fatti sono accaduti nel contesto dell’esercizio del diritto dei popoli indigeni a ricorrere ai propri sistemi normativi interni. Ma quello che è ancora più grave è che il giudice ha basato la sua sentenza su pregiudizi discriminatori affermando che gli amuzgos sono persone “di cui non ci si può fidare, aggressive e vendicative”.

La sentenza è già stata appellata e la prossima settimana si avrà la risposta a questo ricorso. Teoricamente il Tribunale Superiore di Giustizia del Guerrero dovrebbe assolvere ai militanti di Radio Ñomndaa. Perchè ciò avvenga chiediamo il vostro appoggio per diffondere queste cartoline attraverso i vostri siti web, le vostre reti e contatti. Inoltre vi chiediamo di mandare il documento che alleghiamo al Presidente del Tribunale Superiore di Giustizia attraverso questa e-mail: presidenciapje@tsj-guerrero.gob.mx con copia a tlachi.internaciona2@gmail.com

Posted: marzo 10th, 2011
at 2:05 by ironriot

Tagged with , ,


Categories: America Latina,repressione

Comments: No comments