[No Tav] Comunicato sugli arresti in Valsusa

Riceviamo e diffondiamo:

Domenica 3 luglio 2011 è il giorno della chiamata nazionale lanciata dal movimento NoTav che si prefiggeva di riprendersi il territorio della libera repubblica della Maddalena o comunque assediare l’area del cantiere al fine di allontanare le truppe di occupazione dalla valle.
Nella mobilitazione che ha mosso 50.000 persone ne sono state arrestate 4.

Il tentativo di riprendersi l’area del cantiere è stato bloccato più volte dalla risposta violenta e brutale della polizia che fin da subito ha utilizzato in modo massiccio e continuo lacrimogeni di vario tipo ad altezza uomo, proiettili di gomma e cariche pesanti.
Gli arrestati sono stati picchiati al momento della cattura: arti rotti, trauma cranico, fratture del costato, minacce e umiliazioni.
Dopo essere stati portati nella caserma di Bardonecchia, sono stati medicati sommariamente e trasferiti al carcere Le Vallette di Torino.
Oggi si è tenuta l’udienza di convalida degli arresti per cui il giudice deciderà nei prossimi giorni. Il clima anche in aula era pesante con domande provocatorie da parte del p.m. e del giudice agli imputati, l’intenzione è di punire con fermezza chiunque abbia anche solo partecipato alla manifestazione.
Facciamo sentire subito la nostra solidarietà e complicità verso chi si è messo in gioco in prima persona per difendere la valle.
Per la difesa e la liberazione della val Susa e la libertà dei compagni!!

Per mandare telegrammi, lettere e cartoline:

Marta Bifani
Casa circondariale “Lorusso e Cutugno”
via Pianezza 300
10151 Torino

Roberto Nadalin
Casa circondariale “Lorusso e Cutugno”
via Pianezza 300
10151 Torino

Salvatore Soru
Casa circondariale “Lorusso e Cutugno”
via Pianezza 300
10151 Torino

Gianluca Ferrari
Casa circondariale “Lorusso e Cutugno”
via Pianezza 300
10151 Torino

Fonte: Informa-Azione, 6 luglio 2011

Posted: luglio 8th, 2011
at 10:09 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: repressione

Comments: No comments