Archive for the ‘carcere’ tag

COMUNICATO DI SOLIDARIETA’ DELLA PIRATA

Nell’Europa del Sud, ottobre 2011.

Un grido di silenzio ci scuote dall’altra parte del mondo.

Lo sentite?

E’ un grido di rabbia per troppe ingiustizie. E’ un grido gonfio di dignita’, umile ma duro. Viene dalle viscere.

E’ lo sciopero della fame dei prigionieri politici del collettivo La Voz del Amate – di nuovo -, dei “Solidari@s de La Voz del Amate”, del villaggio tzotzil di Mitziton, del collettivo di ex carcerati di “Voces Inocentes”. E’ il grido di tredici indigeni del Chiapas che dal 29 settembre 2011 stanno rifiutando il cibo, otto in sciopero della fame indefinito e cinque con un digiuno giornaliero di 12 ore, per esigere, con questa azione estrema, la propria immediata scarcerazione.
Read the rest of this entry »

[No Tav] Comunicato sugli arresti in Valsusa

Riceviamo e diffondiamo:

Domenica 3 luglio 2011 è il giorno della chiamata nazionale lanciata dal movimento NoTav che si prefiggeva di riprendersi il territorio della libera repubblica della Maddalena o comunque assediare l’area del cantiere al fine di allontanare le truppe di occupazione dalla valle.
Nella mobilitazione che ha mosso 50.000 persone ne sono state arrestate 4.
Read the rest of this entry »

Posted: luglio 8th, 2011
at 10:09 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: repressione

Comments: No comments


Intervista con Mumia

“È necessaria molta gente per fare una rivoluzione… e molta gente per sostenerla”

“Sono totalmente d’accordo con l’idea di organizzarsi al margine dei partiti politici e della classe politica. In realtà, può essere l’unica cosa che mantenga i movimenti sociali freschi e liberi dalle trappole della corruzione”.

di Gloria Muñoz Ramírez
Traducción: Annamaria Pontoglio

Un anno fa cercammo di intervistare Mumia, uno dei prigionieri politici più conosciuti al mondo. Gli mandammo lettere e solleciti attraverso tutti i contatti possibili che avevamo a disposizione (tra questi, Gli Amici di Mumia Messico) che si sono offerti gentilmente di appoggiarci nell’impresa che aveva come destinazione il braccio della morte della prigione di Waynesburg, Pennsylvania, dove Mumia è rinchiuso da 29 anni. Un bel giorno da sotto la porta è sbucata una busta col nome del mittente di M. A. Jamal. È la prima intervista che l’attivista della causa afroamericana negli Stati Uniti, ex membro del Partito delle Pantere Nere, concede ad un giornale messicano.
Read the rest of this entry »

Posted: aprile 15th, 2011
at 8:05 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: repressione

Comments: No comments


Lettera di Abraham Ramirez Vasquez, 26 marzo 2011:

A tutte le organizzazioni internazionali che hanno prestato attenzione alla mia situazione dal 15 gennaio 2005, giorno in cui sono stato detenuto in maniera arbitraria nel municipio di Santiago Xanica, Oaxaca, Messico.

Sono già 6 anni, due mesi e 20 giorni che vivo catturato e processato senza che al giorno d’oggi si sia dettata una sentenza. A causa della corruzione e delle ingiustizie che ci sono nello stato di Oaxaca, possiamo affermare che il governatore Gabino Cue ha ingannato le comunità con la sua promessa “Pace e Progresso per Oaxaca”.
Nei suoi primi tre mesi di governo l’unica cosa che ha fatto è stato calpestare l’autonomia dei nostri popoli, fortificare quelli del partito PRI e reprimire la lotta popolare dei maestri.

Da una delle fogne dello Stato esigo all’attuale governo di Oaxaca giustizia e rispetto all’autonomia dei popoli.

Penitenziario Regionale San Pedro Pochutla.

Le carceri non uccidono, fortificano.

Abraham Ramírez Vásquez.

http://www.autistici.org/nodosolidale/news_det.php?l=it&id=2086

Posted: marzo 30th, 2011
at 8:00 by ironriot

Tagged with , , , , , , , ,


Categories: America Latina,repressione

Comments: No comments


Un altro ragazzo perduto – Graziella La Venia

dal blog di Beppe Grillo

>>>GUARDA IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Colpiscono come un pugno allo stomaco le fotografie, quasi sempre uguali, di questi ragazzi morti in carcere, i segni del pestaggio sul corpo. Massacrati in qualche cella, chissà dove, in luoghi dove lo Stato garantisce per la loro vita. Cosa dovrebbe essere più sicuro di una prigione, di una cella di sicurezza? Cominciano a essere tanti, troppi, perché questa scia di sangue sia da considerare una disgrazia, un fatto accidentale. In carcere si muore e sono i più deboli, i più giovani, gli incensurati a soccombere per cause quasi sempre ignote etichettate come suicidio. Tra i 150 e i 180 ogni anno crepano senza un perché. Ascolto Graziella La Venia, mamma di Carmelo, che “in quattro giorni sono venuti a prenderlo a casa, se lo sono portati e non me l’hanno restituito più!”. Carmelo Castro aveva 19 anni era incensurato.
Read the rest of this entry »

Posted: febbraio 28th, 2011
at 12:24 by ironriot

Tagged with ,


Categories: repressione

Comments: No comments


In visita ai prigionieri politici in Chiapas

La lucha es como un circulo. Se puede empezar en cualquier punto, pero nunca termina.
(Viejo Antonio)

Sono emozionati il profe Patishtan, Rosario, Alfredo e gli altri membri de La Voz del Amate mentre guardano con ferma ammirazione la kefiah del popolo palestinese omaggiata loro da un’attivista che appoggia il Coordinamento dei Comitati Popolari della Palestina. Stringendola forte nelle mani, chiedono come la indossano “quelli dell’Intifada palestinese”. E, con un gesto che rompe argini e confini, contraccambiano il regalo togliendosi i cappellini autoprodotti con scritto “CHE” e “EZLN” che destineranno a Abdallah Abu Rahma, militante palestinese, ed a Jonathan Pollak, anarchico israeliano, entrambi detenuti nelle carceri israeliane per aver combattuto il regime sionista.
Read the rest of this entry »

Posted: gennaio 22nd, 2011
at 11:29 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: America Latina,reportage dall'America Latina

Comments: No comments


IL TRIONFO DEI MACETI

Brillano al sole i maceti, nel pieno centro storico di Città del Messico.
Riverberano, tenuti in alto dalle mani delle contadine e dei contadini di San Salvador Atenco e dei paesini circostanti, che formano il Fronte dei Popoli in Difesa della Terra. Lungo le lame luccicanti si leggono le organizzazioni e gli aneli del popolo: EZLN, FPDT, Libertad!, Viva Atenco…
Sono tanti i maceti, come i pugni che li sostengono, davanti alla Suprema Corte di Giustizia della Nazione.

Sono gli stessi maceti che nel 2001 furono branditi in opposizione al decreto presidenziale d’espropriazione delle terre collettive della zona di Texcoco (Atenco e dintorni) che avrebbero dovuto far posto al nuovo aeroporto internazionale di Città del Messico. Read the rest of this entry »

Posted: luglio 5th, 2010
at 11:27 by ironriot

Tagged with , , , , , , ,


Categories: 1

Comments: No comments


México: Trasciende que hoy liberarán a los 12 presos políticos de Atenco tras 4 años en prisión


>scarica l’audio
Tras las movilizaciones de ayer, fuentes juduciales señalan que los 12 presos podrían ser liberados hoy mismo.

El 30 de Junio cerca de la 1 de la tarde los miembros del Frente de Pueblos en Defensa de la Tierra dieron a conocer la noticia sobre la resolución de la corte, la libertad conquistada para sus 12 compañeros presos, quienes en pocas horas quedaran en libertad, tanto los 9 presos del penal Molino de las Flores al igual que los 3 presos del penal de exterminio de máxima seguridad del Altiplano en el Estado de México.

Asi se cierra un capitulo mas de este pueblo de Atenco quien se dio a conocer al mundo cuando estos ejidatarios derrotaron ejemplarmente un proyecto neoliberal que les quería despojar sus tierras, ahora victimas de una venganza política que los ha mantenido los útimos 4 años en prisión a sus dirigentes.
Read the rest of this entry »

Posted: luglio 1st, 2010
at 9:15 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: America Latina

Comments: No comments


NESSUNO DEVE MORIRE LEGATO. NESSUNO DEVE ESSERE LEGATO.

Il 19 giugno ad Ancona, presso il Circolo E. Malatesta in Via Podesti 14, si svolgerà un’iniziativa sulla morte del maestro elementare Francesco Mastrogiovanni in un “servizio” psichiatrico a Vallo della Lucania: 80 ore di agonia legato mani e piedi nel letto fino alla morte. 80 ore che sono state filmate da una telecamera a circuito chiuso la cui funzione sarebbe stata quella di controllare lo stato di salute dei pazienti e che oggi si trasforma un drammatico reportage da morte in diretta. Per questa colpevole morte sono state rinviate a giudizio 18 persone tra medici e infermieri. Nessuno di loro ha ritenuto opportuno di doverlo slegare nè che fosse una tortura che andava bloccata con un atto di ribellione e disobbedienza.
Read the rest of this entry »

Posted: giugno 13th, 2010
at 5:39 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: repressione

Comments: No comments


LA SPAGNA TORTURA ANCORA E SEMPRE

Delle testimonianze più detagliate degli interrogatori e delle torture inflitte ad alcune delle dieci persone arrestate mercoledì in Hego Euskal Herria, i tre avvocati Arantxa Zulueta, Jon Enparantza e Iker Sarriege insieme a Naia Zuriarrain, Jose Luis Gallastegi, Saioa Agirre, Erramun Landa, Juan Mari Jauregi, Asier Etxabe e Joxe Domingo Aizpurga, sono state trasmesse oggi.
Read the rest of this entry »

Posted: aprile 21st, 2010
at 12:19 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: repressione

Comments: No comments


« Older Entries