Archive for the ‘sicilia’ tag

[Migranti] Hanno insabbiato tutto. Prove di regime a Lampedusa

by FORTRESS EUROPE
Sapevate che alcuni agenti della Guardia di Finanza a Lampedusa andavano a caccia dei tunisini indossando maglietta con su scritto “G8 2001, IO C’ERO”? E che tra i poliziotti c’era chi sotto l’uniforme indossava la maglietta con l’aquila nera e la scritta “MERCENARI”? Qualcuno penserà che siano dettagli. Secondo me invece dà la misura di dove siamo arrivati. La frontiera è ormai fuori controllo. Senza legge e senza informazione. Affidata a squadre di picchiatori esaltati. Gli stessi torturatori responsabili del macello di Genova, delle continue morti sospette in carcere e nei commissariati (vedi Cucchi, Uva, Aldrovandi…), e dei sempre più frequenti pestaggi nei centri di identificazione e espulsione (Cie).
Read the rest of this entry »

Posted: ottobre 25th, 2011
at 3:10 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: migranti

Comments: No comments


[Migranti] La guerra di Lampedusa raccontata da Alessio Genovese

by FORTRESS EUROPE
Lui è uno dei migliori fotogiornalisti italiani. Si chiama Alessio Genovese e a differenza di altri colleghi parla correntemente arabo, il che gli ha permesso di passare le ultime 48 ore insieme ai tunisini di Lampedusa e di capire meglio di altri cosa è davvero accaduto sull’isola. In attesa di vedere le suo fotografie, gli abbiamo chiesto di raccontarci per scritto quello che ha visto. Questa è la sua testimonianza.

A Lampedusa guerra ai tunisini e ai giornalisti
di Alessio Genovese

Ce li avevano descritti come dei criminali, ex galeotti in fuga dalla Tunisia per non saldare i conti con la giustizia. Fino alla giornata di ieri erano numeri che si aggiungevano alle migliaia di immigrati in arrivo dal Nord Africa.
Read the rest of this entry »

Posted: ottobre 25th, 2011
at 3:03 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: migranti

Comments: No comments


150 ANNI di colonizzazione della Sicilia

da Sicilia Libertaria

Uomini di Stato e delle istituzioni, politici opportunisti e una massa di sprovveduti festeggiano il 150° anniversario dell’Unità d’Italia; noi preferiamo ricordare cosa realmente accadde in Sicilia e come tale Unità è stata realizzata.

In realtà la Sicilia venne annessa al regno di Piemonte, da cui fu considerata da subito un “problema di ordine pubblico”, mentre i siciliani furono considerati un popolo di ribelli e di briganti da domare con le maniere forti.
Read the rest of this entry »

Posted: marzo 21st, 2011
at 9:03 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: Europa,repressione

Comments: No comments


VITE IN ATTESA. Storie di ordinaria migrazione

CONTRIBUISCI ALLA PRODUZIONE DEL FILM

Read the rest of this entry »

Posted: gennaio 3rd, 2011
at 9:09 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: migranti,Video

Comments: No comments


TRE GIOVANI ANTIFASCISTI ARRESTATI A PALERMO PER UN VOLANTINAGGIO CONTRO LE AGGRESSIONI DEI FASCISTI DI CASA POUND

Nella tarda serata di sabato il fermo di tre antifascisti palermitani (Cesare, Francesco, Ruggero) è stato trasformato in arresto. La gravissima azione di polizia segna la svolta repressiva che la Questura di Palermo da mesi sta attuando contro i movimenti sociali e antifascisti nella nostra città. Nella città capitale della mafia la questura di Palermo ha individuato il nemico dell’ordine costituito nelle lotte sociali, negli studenti, negli antifascisti. Lo sgombero violento dei centri sociali, Excarcere e con particolare violenza LaboratorioZ, lo sgombero di Casa Guzzetta occupata, le provocazioni contro giovani antifascisti e manifestanti, la distruzione della SantaRosalia dei senza casa durante il Festino del 14 luglio, l’irruzione all’AltroQuando e il sequestro di manifesti e striscioni durante la visita del Papa a Palermo il 3 ottobre segna una chiaro disegno di limitare diritti civili nella nostra città.
Read the rest of this entry »

Posted: ottobre 11th, 2010
at 5:55 by ironriot

Tagged with , , , ,


Categories: Antifascismo,repressione

Comments: No comments


Minacce mafiose contro il centro sociale Zeta Lab di Palermo

Lo sgombero coatto, la rioccupazione, le minacce: l’ultima settimana del centro sociale Zeta Lab di Palermo

“I nivuri oggi ci su e dumani ‘un ci su cchiù” (“I negri oggi ci sono e domani non ci sono più”). Questa una delle “minacce verbali di stampo mafioso” fatte pervenire al Laboratorio Zeta, il centro sociale di Palermo, dove vivono decine di immigrati, fatto sgomberare circa una settimana fa dalla polizia e occupato nuovamente dai volontari domenica mattina. “Le intimidazioni che da più parti si sono susseguite negli ultimi giorni contro il Laboratorio Zeta – si legge in una nota degli attivisti – hanno iniziato a fare emergere più di un sospetto sul fatto che le attenzioni rivolte allo stabile di via Boito 7 siano mosse da interessi di natura non semplicemente economico-affaristica, ma che siano anche fortemente impregnati da ragioni legate al controllo mafioso del territorio”. “Abbiamo già visto con i vergognosi e tragici accadimenti di Rosarno – proseguono – cosa può succedere quando le mafie, gli interessi economici, i fascismi e il razzismo si intrecciano nel tentativo di governare persone e territori”. Read the rest of this entry »

Posted: gennaio 31st, 2010
at 8:25 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: repressione,Spazi Sociali

Comments: No comments


Forse non lo sai ma pure questo è amore!

Il 24 gennaio 2010 viene rioccupato il Laboratorio Zeta a Palermo dopo l’infame sgombero di cinque giorni prima.
Quello che segue il comunicato degli/le attivisti/e del Laboratorio Zeta pubblicato sul loro
sito.

1) video rioccupazione Laboratorio Zeta
2) video rioccupazione Laboratorio Zeta

Lo diciamo oggi, all’indomani del lungo corteo che ha manifestato solidarietà al Laboratorio Zeta per le strade di Palermo dopo lo sgombero del 19 gennaio, a conferma di tutto il sostegno e la condivisione che moltissime realtà e cittadini hanno messo in campo sin dalle prime minacce di sfratto quasi un anno fa.

Lo comunichiamo alla signora Anna Ciulla, paladina dell’associazione Aspasia, che ha retoricamente invocato il rispetto della legalità mentre pochi giorni fa sotto il suo vigile occhio
venivano murate tutte le porte e le finestre del Laboratorio Zeta che veniva barbaramente espropriato alla città. Uno sgombero meschino e violento contro persone inermi: uomini e donne picchiati, trascinati per i capelli, manganellati sulla testa, sul viso, sulla bocca.
Persone arrestate per nulla, poi ovviamente assolte, ma dopo una notte passata in galera.

Posted: gennaio 26th, 2010
at 2:13 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: azione diretta,Spazi Sociali

Comments: No comments


Rioccupato il cpo Experia!

Non sono bastate le manganellate, neppure quelle vili inferte ai bambini in presidio, fatti alzare dalle mamme all’alba per andare a tenere il posto dove loro il pomeriggio studiano e giocano, inconsapevolmente scansati dall’aria pesante che tira in certe zone di catania, aria che puzza di droga e di malavita. Perchè il cpo Experia era anche questo. Nato per combattere quella merda di eroina, fatto crescere con le basi e le pratiche dell’antifascismo, fatto rivivere nella resistenza. Rivivere, perchè dopo 17 anni credevano che fosse semplice buttare fuori tutt* quelle compagne e quei compagni che hanno dedicato la propria vita al centro popolare.
Read the rest of this entry »

Posted: novembre 14th, 2009
at 8:42 by ironriot

Tagged with , , , , ,


Categories: azione diretta,Spazi Sociali

Comments: No comments


Paolo Borsellino e l'equivoco di fondo

Paolo Borsellino era un giudice che sapeva di essere ammazzato. Sapeva che il tritolo veniva dal continente (come dicono i siciliani), sapeva che era di origine militare, sapeva che se la mafia era l’esecutrice, una parte dello Stato era il mandante. E’ andato al macello insieme alla scorta. Ogni domenica si recava a trovare sua madre in via D’Amelio. Davanti al cancello del condominio non c’era una transenna, un divieto qualunque che impedisse di parcheggiare un’autobomba. Bastava un vigile per salvarlo.
Read the rest of this entry »

Posted: luglio 20th, 2009
at 9:45 by ironriot

Tagged with , , ,


Categories: Senza categoria

Comments: No comments